Zona rossa solo per gli Eps. “Discriminazione ingiustificata”

I Campionati Tec, rappresentando la voce e lo stato d’animo di tutti i settori della Polisportiva Sport Communication, in relazione al divieto per gli atleti agonisti tesserati per gli Enti di Promozione Sportiva, di poter svolgere allenamenti e gare in zona rossa, a differenza dei colleghi “federali”, esprime tutto il proprio sdegno per un provvedimento iniquo e discriminante.

L’interesse nazionale, infatti, laddove riconosciuto, non può e non deve essere classificato tale solo in base al tipo di tessera emessa.

Il provvedimento, di fatto, blocca la nostra ripartenza programmata per Aprile, nonostante il riconoscimento avanzato e ottenuto dal nostro Ente Aics prima dell’ultimo Decreto Draghi.

Il diritto allo sport, infatti, di principio inalienabile e indiscutibile, in questo modo viene messo in discussione due volte. La prima distinguendo categorie di interesse nazionale rispetto a quelle non nazionali e, ancor più assurdo, riconoscendo tale certificazione solamente ai tesserati di Federazioni Sportive.

Continuiamo a domandarci, dunque, quali siano i criteri di scelta.

Ma, non ultimo, continueremo a difendere i nostri diritti, alzando la voce dove opportuno, in difesa di un ideale: quello universale dello sport

Lascia un commento