Blandino, storico dirigente del San Marone

Emanuele Trementozzi

Il mitico presidente civitanovese sempre in prima linea

Il San Marone è una delle società storiche della Tec, per ben due anni presente sia nel calcio a 7 che nel calcio a 5 e, da quest’anno, presente nel c7.

Merito dello straordinario lavoro di Massimiliano Fratini che, da sempre, coordina e gestisce la squadra con abnegazione e spirito di sacrificio.

Nei giorni scorsi, la società, sulla propria pagina facebook ha espresso la propria vicinanza alle vittime del terribile Coronavirus.

“Siamo vicini ai familiari delle vittime che questo virus ha portato via e siamo vicini a tutti i medici e infermieri che stanno combattendo per cercare di salvare più persone possibili: li ringraziamo perché alla fine i veri eroi sono loro – esordisce il comunicato – L’’unica cosa che possiamo fare è rispettare il decreto attualmente in vigore emanato dal governo, perché #iorestoacasa non deve essere solo uno slogan, ma un motto che dobbiamo rispettare per la salute di tutti. Solo in questo modo potrà finire questo incubo: tutti noi non vediamo l’ora di poter riprendere le nostre vite in mano e ovviamente finire il campionato. Vinciamo questa partita tutti insieme”.

A prendere la parola è lo storico dirigente Blandino Belletti, praticamente un mito del calcio civitanovese. Sempre presente, sempre disponibile per tutti, la scorsa state ha perso il papà e gli ha dedicato la vittoria della Tec Cup. “Per me l’Atletico San Marone non é una semplice squadra ma la mia seconda famiglia – dice Blandino – ci aiutiamo l’un l’altro e ci divertiamo tutti insieme”.

Lascia un commento

Next Post

Del Rosso sicuro:”Bilancio positivo, ma pronti a migliorarci ancora”

Il Designatore del Gam traccia un bilancio della stagione Tra i punti cardine dei campionati Tec c’è sicuramente Roberto Del Rosso, designatore arbitrale e componente stesso del Gruppo Arbitri Marche, ma anche dirigente operativo dell’intero staff organizzativo. In un video sul nostro sito, visitabile su questa pagina al termine dell’articolo, […]